Una misura contro l’evasione fiscale

Per noi italiani la storia delle manovre economiche è piena di annunci contro l’evasione fiscale ma poi, in verità, le dimensioni del fenomeno sono sempre rimaste in questi anni sostanzialmente immutate.

In queste ore si torna a parlare dell’urgenza di combatterla anche perché i tagli di spesa si sono ridotti mentre altri incrementi di imposta appaiono politicamente difficili da gestire. Si delineano, per questo, una spinta all’uso della moneta elettronica e alla tracciabilità dei pagamenti.

Attivare un meccanismo che faccia sì che i contribuenti rinuncino al contante potrebbe essere conveniente se il ricorso agli strumenti elettronici diventasse la condizione per fruire di una detrazione Irpef, sulle spese mediche ed universitarie.

Un sconto fiscale del 19% potrebbe garantire solo chi usa una carta elettronica per pagare il medico, la palestra dei figli, le spese funebri o universitarie.

Conte annuncia che intende partire proprio da qui per disegnare il profilo della manovra economica dell’attuale governo con la proposta di “un patto a tutti gli italiani onesti” ed affermando che l’evasione fiscale è una vera iniquità in un sistema collettivo.

Se questo patto nascerà come misura innovativa gli italiani pagherebbero allora meno tasse e che, se realmente inserito quale decreto ad hoc nella prossima legge di bilancio, potrebbe essere accolto come incentivo coraggioso verso il cambiamento.

0 Commenti

Lascia un commento

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la tua password?

Lost Password