Covid-19. I commercianti e le loro iniziative: la proposta- protesta nella provincia frusinate.

GRUPPO DI STUDIO SULL’ECONOMIA REALE RETE LA FENICE CON BONAVIRI

LA RETE LA FENICE CON BONAVIRI NEL SOLIDARIZZARE CON L’INIZIATIVA DEL 2 MAGGIO 2020, VOLUTA DAL COMITATO SPONTANEO COMPOSTO DALLA CATEGORIA PROFESSIONALE DEI PUBBLICI ESERCIZI COME RISTORATORI, ALBERGATORI, PARRUCCHIERI, ESTETISTE CHE NASCE IN PROVINCIA FRUSINATE PER DISCUTERE I DECRETI GOVERNATIVI EMANATI A SEGUITO DELLA CRITICITÀ COVID-19, RITIENE IMPORTANTE FARE IL PUNTO DELLA SITUAZIONE ANCHE RISPETTO ALLE PROPOSTE DI DETASSAZIONE UTENZE, ACCOLLO STATALE CONTRATTI DI LOCAZIONE, AZZERAMENTO ANNO FISCALE CHE I NOSTRI CONCITTADINI CHIEDONO.
IL GRUPPO DI STUDIO DELLA RETE, IN SINTONIA CON TRIBUTARISTI ED ESPERTI ECONOMISTI NAZIONALI CHE HANNO ACCOLTO NELL’IMMEDIATO LA RICHIESTA DI UN CONFRONTO TELEFONICO, HA RITENUTO DOVEROSO SINTETIZZATO LA SITUAZIONE ATTUALE SU MISURE A FAVORE DEI COMMERCIANTI E DEGLI ARTIGIANI PER ALLEVIARE I DANNI DOVUTTI ALLA CRISI PER L’ EMERGENZA CORONAVIRUS, MANTENENDO ACCESA L’ATTENZIONE SULLE CRITICITÀ DI CHI VIVE DRAMMATICAMENTE SENTIMENTI DI ABBANDONO E DI REALE DIFFICOLTÀ PER IL RILANCIO DELLA PROPRIA INATTIVITÀ LAVORATIVA DI QUESTI MESI .

LIVELLO NAZIONALE
Per questo settore è stato introdotto il cosiddetto BONUS AFFITTO dal Decreto Cura Italia per il mese di marzo 2020.
Ricordiamo però che il bonus, pari al 60% del canone d’affitto, non è erogato sotto forma di sussidio economico, ma può essere fruito nella forma di SCONTO SULLE IMPOSTE DOVUTE: si tratta di un CREDITO, da utilizzare in COMPENSAZIONE.
è importante sottolineare che spetta solo per gli IMMOBILI DI CATEGORIA CATASTALE C\1.
Come sopra anticipato, il bonus affitto può essere UTILIZZATO IN COMPENSAZIONE, ovvero per versare le imposte dovute, a partire dal 25 marzo 2020. ( e comunque per fruire di questa agevolazione il Fisco richiede la dimostrazione che sia stato effettivamente pagato l’affitto)
E ‘ evidente che questa agevolazione introdotta dal Decreto Cura Italia ha una PORTATA ECCESSIVAMENTE LIMITATA:
si applica solo ai locali di categoria C\1, mentre sappiamo che molte locazioni commerciali riguardano anche categorie differenti da quella relativa a negozi e botteghe;
è previsto soltanto per il mese di marzo 2020, mentre la chiusura delle attività produttive è prevista attualmente fino al 3 maggio;
non può essere fruito dai titolari di partita IVA esercenti attività essenziali e non sospese, senza considerare l’impatto economico dell’epidemia da Covid-19 anche su tali settori.
Sono questi alcuni dei punti per i quali si attende una soluzione con il prossimo decreto, atteso nella prossima settimana. Sembra ormai certa una PROROGA DEL CREDITO D’IMPOSTA anche sui canoni d’affitto dovuti ad aprile. In parallelo, si va via via rafforzando l’ipotesi di ESTENSIONE ANCHE A LOCAZIONI DIVERSE DA NEGOZI E BOTTEGHE.
Tra le ipotesi vi è inoltre quella di una SOSPENSIONE DEI RAPPORTI CONTRATTUALI, che consentirebbe di STOPPARE TEMPORANEAMENTE IL PAGAMENTO DEGLI AFFITTI per imprese e professionisti; ne rimarrebbero escluse le famiglie. Ad affermarlo è stato il Vice Ministro al MEF, Laura Castelli. Restiamo in attesa di vedere se alle parole seguiranno i fatti.

LIVELLO REGIONALE
Per quanto riguarda la Regione Lazio si segnala che dal 3 aprile sono stati stanziati 23 milioni di contributo per affitti per i commercianti e gli artigiani che hanno subito una perdita di fatturato a seguito della chiusura dei locali imposta dalle norme nazionali.
Si è in attesa che sia definita la modalità di erogazione segnalando alle istituzioni regionali che sia la più diretta e meno burocratica possibile, anche coinvolgendo le Camere di Commercio, sapendo che la modalità di solito più utilizzata ( come nel caso de contributo per gli affitti di abitazioni) è che siano i Comuni fare un avviso sui loro siti per far presentare le richieste di contributi ai soggetti, spingendo affinché sia sufficiente un autodichiarazione sull’aver subito una riduzione del proprio fatturato in questo periodo.

Anche in merito al tema delle utenze territoriali, da una parte va avviato un confronto con i Comuni, dall’altra il tema della “detassazione” presupporebbe un nuovo intervento normativo per un credito d’imposta sulla falsariga del ” bonus affitto” già ricordato prima, ma che comporterebbe comunque il pagamento delle dette utenze se si volesse fruire dell’eventuale futura agevolazione.

Per quanto riguarda il problema piu generale del rapporto con il Fisco, pur consapevoli delle gravissime difficoltà del settore , appare poco realistico che venga concesso un “azzeramento dell’intero anno fiscale”, ma vale la pena richiedere con la massima energia la sospensioni degli adempimenti e dei versamenti per imprese e professionisti, troppo vincolate e discriminanti e che creeranno un ingorgo di scadenze e pagamenti a giugno, per i quali si chiede una sospensione generalizzata e con rinvio sino al 31 ottobre 2020, mentre per gli acconti d’imposta collegati alla dichiarazione redditi , va richiesto un rinvio totale al mese di novembre quando la visione dell’andamento del 2020 sarà maggiormente realistica .
Per terminare ricordiamo le proposte della piattaforma #iononriapro ritenendo che il riconoscimento della facoltà di ricorrere alla cassa integrazione potrà essere accolto nel prossimo decreto di legge, un passaggio che anche l’Istituto nazionale dei tributaristi sostiene importante sia nell’ allungamento del periodo di detassazione che nel sostegno alle riforme del fisco. Un altro punto su cui va spinto l’accelleratore riguarda, poi, a quello della reale riforma del fisco che crei una vera pace fiscale sapendo che servirà anche un condono con luci ed ombre ma che rappresenta l’unico modo per ridare liquidità allo stato e compensare il congelamento totale o parziale delle vecchie rottamazioni e dei nuovi debiti.
UN PUNTO QUESTO CHE RICHIEDERÀ UNA FORTE MOBILITAZIONE UNITARIA, DI TUTTE LE CATEGORIE E ASSOCIAZIONI SENZA SPIRITO DI PARTITO, PER POTER ESSERE COINVOLTI NELLA PROSSIMA MANOVRA DI BILANCIO DA OTTOBRE PROSSIMO E COMUNQUE PRIMA DELLA FINE DELL’ANNO E PER POTERE INSERIRE FINALMENTE QUESTA SACROSANTA ANCHE SE IMPEGNATIVA PROPOSTA, COME SIA GIUSTO CHE SIA.

0 Commenti

Lascia un commento

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la tua password?

Lost Password