Giornata mondiale dei diritti umani

Giuseppina Bonaviri

Sta per terminare la giornata mondiale dei diritti umani, celebrazione sovranazionale che interessa tutto il mondo. Il riconoscimento dell’importanza dei diritti umani va oltre la semplice ricorrenza.

Ecco che continuare a sostenere che i diversi temi vanno al di là del paese, genere, orientamento sessuale e credo significa continuare a pianificare eventi complessi e proiettivi.

Tra questi troviamo la lotta alla povertà e alla analfabetizzazione e, oggi, attualissima più che mai la lotta alla riduzione dell’impatto dei conflitti armati sulla vita dei bambini. Allora , è doveroso per noi che crediamo che equità ed eguaglianza siano la base delle società più evolute e democratiche, fare un plauso ed unirci all’iniziativa che vede l’Italia -in occasione della 33ma Conferenza della Croce Rossa e Mezzaluna Rossa a Ginevra- vicina alle esigenze delle categorie più vulnerabili durante le guerre.

Oggi, l’Italia ha siglato un patto con “l’ impegno solenne aperto all’adesione di altri Paesi, open pledge, per intraprendere tutte le azioni necessarie a garantire che i bambini possano vivere in sicurezza e godere dei loro diritti fondamentali “.
Il nostro auspicio è che il “pledge” promosso dalla Farnesina possa rappresentare un passo concreto verso un mondo in cui tutti i bambini crescano liberi da abusi e violenze per imparare e sviluppare la loro personalità, anche in situazioni di conflitti armati.

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la tua password?

Lost Password