Giornata internazionale contro l’omofobia 2020: le persone, gli stessi diritti.

La giornata mondiale contro l’omofobia, la lesbofobia, la bifobia e la transfobia -riconosciuta dalle Nazioni Unite e al Parlamento europeo nel 2007 per condannare le discriminazioni sulla base dell’orientamento sessuale- all’epoca del Coronavirus, ha un valore aggiunto che riteniamo debba essere considerato fondamentale per tutte le società civili. Purtroppo, il pregiudizio ancora assai radicato nella nostra cultura si è sommato alle restrizioni e chiusure seguite alla pandemia, una condizione che ha creato enormi divaricazioni tra pezzi della società, con enormi slivellamenti sanitari, sociali ed economici.
L’odio e l’intolleranza verso qualunque tipo di diversità vanno combattuti perché forieri di tensioni, violenze e assuefazioni psicologiche, sentimenti pericolosi per la crescita dell’autonomia personale e delle democrazie di popoli come di intere comunità. Il principio di eguaglianza rimane l’impegno a cui tutte e tutti dovrebbero compiutamente tendere per portare avanti con azioni concrete educative ed informative anche l’approvazione di norme giuridiche moderne urgenti di cui dotarsi, contro l’isolamento discriminatorio.
In questo periodo di così grande straordinarietà le mura domestiche sono diventate delle vere e proprie armi che si sono rivolte verso i più deboli. Includere confrontandosi dovrebbe allora entrare a fare parte integrante del nostro atteggiamento quotidiano per dimostrare che “tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge , senza distinzione di sesso, razza, di lingua, di religione, di opinione politiche, di condizioni personali sociali”.
Noi della Rete La Fenice siamo da anni impegnate ed impegnati su un fronte comune innanzitutto per portare alle nuove generazioni un messaggio nel segno della cultura del rispetto e del contrasto come di ogni altra forma di violenza accorciando le distanze contro i segni di una omofobia che rimane il simbolo della nuova resistenza. Una resistenza ancora più evidente durante l’attuale emergenza e che è stata caratterizzata da forte complessità per tutte le comunità LGBT. Ciò in pieno accordo con i principi della nostra amata costituzione per la creazione di un futuro garante di eguaglianza ed equità senza pregiudizi e stigmatizzazioni, che viaggi sintonica rispetto la reale valorizzazione delle persone a noi vicine e lontane.

RINGRAZIAMO PAOLO E DANIELE CON I QUALI CONTINUEREMO A BATTERCI PER INCORAGGIARE LA LOTTA AI PREGIUDIZI E PROMOZIONE DELLA CONOSCENZA PER LA DIGNITÀ UMANA.

0 Commenti

Lascia un commento

Login

Benvenuto! Accedi al tuo account

Ricordami Hai perso la tua password?

Lost Password